Stampa

Jobs act, Rampelli: Inaccettabile la differenza tra lavoratore privato e pubblico

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2014

"La pubblica amministrazione si conferma obiettivo elettorale del Partito Democratico. Renzi usa lo Stato come riserva per raccogliere voti e i cittadini, attraverso le tasse, come finanziatori delle sue campagne.

Non diversamente si spiega l’esclusione degli statali dal Jobs Act e il rimando alla legge Madia è una scemenza perché appare inutile rinviare a domani ciò che puoi fare oggi, a maggior ragione se è sincero quel bisogno di 'ritmo' tanto sbandierato. Una scelta che sommata all’assunzione dei precari della scuola, senza l'introduzione di alcun modello meritocratico, conferma la doppia tendenza della sinistra: usare allegramente i soldi pubblici e proteggere le categorie da cui vorrebbe voti”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.

Roma, 31 dicembre 2014