Stampa

Ama, serve coraggio, dare ai romani strade pulite e diritto alla salute

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2008

"Per smarcarsi dal monopolista privato, dare un forte segnale di discontinuità rispetto al passato e mettere l'Ama in grado di correre con le proprie gambe, serve coraggio nelle scelte strategiche".

"Ottima la proposta di riorganizzare il servizio, l'impegno in una nuova stagione di pulizia delle strade, la garanzia di maggiore decoro. Roma deve intraprendere con decisione la strada della riduzione nella produzione di rifiuti, finora in crescita costante ed esponenziale, fissare l'obiettivo tendenziale e strategico dei "rifiuti zero", diventare la metropoli italiana più virtuosa nel settore. Per la raccolta differenziata vale la pena di mostrare maggiore coraggio perchè riteniamo si possa fare di pi? del 30% in 5 anni, posto che la soglia minima di legge è il 35% e il piano rifiuti prevede il 50%. L'obiettivo del 30% di RD rappresenterebbe un incremento di 10/12 punti in 5 anni, cio? di 2/3 punti l'anno, un limite decisamente poco percettibile. E' esaltante la volontà manifestata di rompere la storica subordinazione che vede l'Ama assoggettata allo strapotere economico, tecnologico e gestionale del Gruppo Cerroni. Ciò significa rinunciare all'impianto di Albano, costruito su un sito di proprietà Cerroni, soci al 33%, che fornisce il know-how indispensabile al suo funzionamento. Per rappresentare innovazione e discontinuità, occorre lavorare su queste posizioni avanzate e dare ai romani le risposte che ci chiedono: efficienza nella pulizia e diritto alla salute".

Libero rifiuti.pdfVisualizza il file Libero rifiuti.pdf