Stampa

Comunicato Stampa Testo unico sullo sport di Fabio Rampelli

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2002

Vai al Testo Unico sullo Sport

LA REGIONE LAZIO APPROVA IL TESTO UNICO SULLO SPORT. RAMPELLI (PRIMO FIRMATARIO): "LEGGE INNOVATIVA E D'AVANGUARDIA"
Roma, 29 maggio 2002

Un museo multimediale dello Sport, un'agenzia regionale sportiva, contributi allo sport di vertice, stanziamenti per la costruzione di palestre nelle scuole del Lazio, fondi per le attività sportive condotte dai portatori di handicap, semplificazione normativa e amministrativa. Questi i punti qualificanti del Testo Unico sullo Sport che ha come primo firmatario il consigliere regionale di Alleanza nazionale, Fabio Rampelli, ex atleta azzurro di nuoto, approvato oggi dal Consiglio regionale.
"Si tratta - ha detto Rampelli - di un provvedimento destinato a incidere profondamente sulla diffusione e sulla pratica sportiva. Sino a oggi la Regione Lazio si è disinteressata allo sport producendo solo una selva di leggi e leggine utili per distribuire fondi a pioggia per una ristretta nicchia di privilegiati. Con questo Testo Unico si abrogano 18 leggi preesistenti e si punta alla semplificazione normativa, rispondendo così a un impegno solennemente preso dal centrodestra in campagna elettorale: operatori e utenti avranno finalmente una sorta di manuale omnicomprensivo attraverso il quale conoscere tutte le opportunità messe a disposizione dalla Regione".
Il testo unico prevede inoltre la possibilità che la Regione Lazio acquisti i patrimoni monumentali sportivi a rischio di vendita, anche attraverso l'azionariato diffuso.
"Intendiamo dare un impulso all'intero settore dello sport nel Lazio - ha aggiunto l'esponente di An - attraverso la creazione di un organismo distinto e amministrativamente snello, l'Agenzia regionale per lo Sport, per superare l'eccessiva lentezza della macchina burocratica e per creare un interlocutore certo per tutte le realtà sportive del Lazio, ma anche per quelle aziende private con le quali si deve avviare una stagione di collaborazione con il pubblico, rendendo possibile l'organizzazione di eventi altrimenti ingestibili".
"Vogliamo istituire anche un museo multimediale per lo Sport, rispondendo in tal modo a un'esigenza manifestata dal CIO che già da qualche anno raccomanda l'apertura di un museo in ogni nazione. Sinora soltanto la Svizzera ha risposto all'appello. Il Lazio e Roma appaiono come soggetti privilegiati per ospitare tale progetto, anche in virtù della decisione presa dal Governo nazionale".
"Grande impulso - ha assicurato Rampelli - verrà dato all'educazione fisica nelle scuole attraverso fondi regionali destinati all'ampliamento, potenziamento e realizzazione di palestre negli istituti scolastici. Inoltre, abbiamo puntato anche alla promozione della pratica sportiva tra i portatori di handicap con contributi alla Federazione italiana sport disabili, agli enti riconosciuti dal Coni e alle società e associazioni loro affiliate. In particolare abbiamo previsto contributi per le spese di trasporto e di sostegno, organizzazione di manifestazioni sportive, spese per l'acquisto di attrezzature (carrozzine, monosci, scivoli, ecc.)".
"Particolare attenzione viene data anche allo sport di vertice, fino ad oggi dimenticato: la Regione Lazio interverrà con sostegni economici per le attività agonistiche di squadra e individuali di livello nazionale e internazionale, e saranno inoltre istituite borse al merito sportivo alle quali possono accedere gli atleti che abbiano raggiunto particolari risultati a livello nazionale e internazionale".
"Con questo Testo Unico, insomma - ha concluso Rampelli - la Regione Lazio si pone all'avanguardia nella promozione dello sport stimolandone la diffusione e sostenendo quelle realtà sportive che, con immensi sacrifici economici e individuali, formano i ragazzi offrendo nobili alternative alla devianza giovanile".