Stampa

Colosseo: Testo dell'interrogazione

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2006

Leggi il testo dell'interrogazione sul restauro del Colosseo  discussa il 6 dicembre 2006.



Al Ministro per i beni e le attivit? culturali. - Per sapere -

premesso

che:

con una convenzione stipulata tra la Banca di Roma ed il ministero per i beni e le attivit? culturali nel giugno del 1992, la Banca di Roma (poi divenuta Capitalia s.p.a.) s'impegnava a stanziare 40 miliardi di lire per il restauro dell'Anfiteatro Flavio (Colosseo), da erogarsi nel quadriennio successivo, prevedendo anche un aumento della cifra in corso d'opera; alla soprintendenza archeologica di Roma venivano successivamente attribuite le funzioni relative alla progettazione e alla vigilanza sul corretto svolgimento dei lavori; il ministero per i beni e le attivit? culturali istituiva nel 1995 una commissione scientifica, con il compito di affiancare la soprintendenza nella programmazione delle opere e degli esami propedeutici al restauro del Colosseo e nella progettazione ed esecuzione degli interventi di recupero; alle tre universit? romane veniva affidata nel contempo la realizzazione di un programma di studi, ricerche e consulenze volte a conoscere lo stato di sicurezza dell'Anfiteatro Flavio; considerata la delicatezza degli interventi e del monumento nel suo complesso, il restauro si sarebbe dovuto completare entro il 2002, secondo le intenzioni della soprintendenza; i lavori hanno riguardato principalmente la conservazione di superfici e muri antichi, nonch? gli interventi per l'agibilit? e la sicurezza del pubblico; l'esecuzione di ?restauri a campione?, operati con tecniche e metodologie differenti, ha comportato per tanti anni che chiunque transitasse davanti al Colosseo lo vedesse di due colori diversi: una parte pi? chiara, ripulita nel settore che affaccia su via dei Fori Imperiali, le altre di colore grigio-scuro; a quanto si apprende, le modificazioni avvenute in corso d'opera - in particolare i ritrovamenti di reperti durante il restauro - hanno costretto a continui aggiustamenti e revisioni contrattuali, fino al blocco definitivo dei lavori e, quindi, dell'erogazione dei finanziamenti da parte dello sponsor; ancora oggi non si comprendono le reali ragioni del blocco dei lavori e, conseguentemente, i motivi del mancato utilizzo dei fondi, solo in parte stanziati; dopo tanti anni la situazione del restauro del Colosseo permane praticamente nello stato di perenne incompiutezza, nonostante la soprintendenza abbia manifestato pi? volte l'intenzione di voler portare a termine i lavori di ripulitura delle volte; secondo una recente ricerca condotta su una serie di monumenti romani da Herity, l'organismo internazionale per la gestione di qualit? del patrimonio culturale, il Colosseo - naturalmente promosso per il suo ineguagliabile valore storico-culturale - sarebbe ?rimandato? sotto il profilo della conservazione -: quali urgenti iniziative intenda assumere per consentire la prosecuzione dei lavori di restauro e, in particolare, se non ritenga opportuno verificare la possibilit? di stipulare con i privati nuove convenzioni per reperire ulteriori capitali.