Stampa

Archivio Comunicati 2003: Ottobre - Novembre

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2003

Roma, 20 novembre 2003
IMPRESA SOCIALE. RAMPELLI: "NORMATIVA IMPORTANTE PER IL TERZO SETTORE, A FEBBRAIO AN ORGANIZZERA' UN CONVEGNO NAZIONALE DAL TITOLO 'LA PAROLA AL VOLONTARIATO'"
"L'approvazione, da parte della Camera, della legge sull'impresa sociale rappresenta un primo significativo traguardo verso lo sviluppo organizzato delle forme di volontariato sociale". E' quanto dichiara Fabio Rampelli, responsabile nazionale di An del Terzo Settore.
"Alleanza nazionale ha sempre guardato con estrema attenzione al mondo del no profit individuando in esso uno dei settori portanti per l'incremento delle attivit? di volontariato, inteso come forma di aiuto che si ponga delle finalit? ben precise, e all'impresa sociale, che rappresenta il segmento produttivo del terzo settore. Proprio per questo motivo - annuncia Rampelli - stiamo lavorando per organizzare, entro la fine del mese di febbraio prossimo, un convegno nazionale dal titolo 'La parola al volontariato', il cui obiettivo dichiarato ? quello di far convergere tutte le realt? del terzo settore per confrontare idee e proposte, anche alla luce del varo della nuova normativa, e per pianificare una strategia d'intervento sociale che sia organica e incisiva".

Roma, 12 novembre 2003
TRAM EUR - TOR DE' CENCI. RAMPELLI E DE PRIAMO: "VELTRONI COSTRETTO A NON INCONTRARE IL COORDINAMENTO DEI COMITATI CHE CHIEDONO LO STOP AL PROGETTO E LA TRASFORMAZIONE DELLA ROMA LIDO IN METROPOLITANA"
"Veltroni ? stato costretto dalle circostanze ad annullare l'incontro previsto per oggi con il coordinamento dei comitati che si oppongono al progetto del tram Eur - Tor De' Cenci non avendo ancora ottenuto, come sperava, il parere positivo sulla valutazione d'impatto ambientale da parte della Regione su quest'opera". E' quanto dichiarano il consigliere regionale di Alleanza nazionale, Fabio Rampelli, e il vicepresidente del XII Municipio Andrea De Priamo.
"I comitati, dal canto loro - sottolineano i due esponenti di An - hanno avanzato una proposta alternativa, contestando il progetto sia nella sua stesura originale, che prevede il passaggio attraverso Via della Grande Muraglia al Torrino e via Borghi a Mostacciano, sia un'eventuale sua modifica, che comporterebbe comunque il passaggio attraverso l'Eur, creando disagi all'assetto viario attuale".
"Ci sembra molto pi? ragionevole - osservano Rampelli e De Priamo - l'ipotesi di trasformare la linea attualmente esistente, la Roma Lido, in una metropolitana che si fermerebbe in localit? Mezzcammino, utilizzando parte dei fondi stanziati per il progetto del tram e i 70 milioni di euro stanziati dalla Regione per acquistare le nuove vetture di questa linea: in questo caso si andrebbe a creare un nodo di scambio per raggiungere su gomma Spinaceto e Tor De' Cenci senza sventrare l'Eur".
"Facciamo infine notare - concludono i due esponenti di Alleanza nazionale - che la sinistra si ? comunque distinta per la sua arroganza ed incompetenza, visto il manifesto con cui i Ds annunciano che il nuovo tram si far? e che consentir? il collegamento fra l'Eur e Spinaceto addirittura in 9 minuti, un tempo da formula uno francamente ridicolo per essere addirittura pubblicizzato".

Roma, 7 novembre 2003
AXUM. RAMPELLI: "GRAVE LA RESTITUZIONE SENZA ACCORDI INTERNAZIONALI SUL DESTINO DEI BOTTINI DI GUERRA"
"E' grave che si stia procedendo allo smantellamento dell'obelisco di Axum e alla sua restituzione all'Etiopia, in assenza totale di accordi internazionali sui bottini di guerra, cio? su quelle migliaia di opere trafugate nel corso dei secoli e mai restituite". E' quanto dichiara il consigliere regionale di An Fabio Rampelli.
"Al riguardo l'Italia - sottolinea l'esponente di An - detiene il triste primato di circa 1500 pratiche, custodite presso l'archivio storico - diplomatico della Farnesina, di opere da recuperare, tra cui il Sarcofago degli sposi di Cerveteri, il Leone Alato di Vulci, il Vaso di Canopo e un frammento dell'Ara Pacis che giacciono al Louvre di Parigi, cui vanno aggiunti i dipinti dell'Incoronazione delle spine e delle nozze di Cana, il Gladiatore Borghese e Afrodite al bagno, opere trafugate da Napoleone e mai pi? restituite".
"Mi piacerebbe sapere - osserva Rampelli - in base a quali criteri l'Italia proceda alla restituzione della stele, ma non a quella degli altri dieci obelischi egizi presi dai Romani, cos? come vorrei conoscere la ragione per la quale l'Italia non pu? rientrare in possesso delle sue straordinarie opere disperse in tanti musei del mondo".
"Constatato che il governo nazionale non si sente in grado di rivedere gli accordi presi da chi l'ha preceduto - conclude Rampelli - ci risulta oltremodo incomprensibile lo scarso spirito d'iniziativa sul promuovere almeno la contestualit? di un dibattito internazionale sul destino dei bottini di guerra".

Roma, 3 novembre 2003
DISCARICA A FALCOGNANA. RAMPELLI: "OCCORRE VERIFICARE LA COMPATIBILITA' DEL NUOVO IMPIANTO CON IL SITO AMBIENTALE DOVE SI VORREBBE COLLOCARLO"
"La decisione, da parte della Regione, di collocare una discarica nel XII Municipio, ed esattamente a ridosso del fosso di Falcognana, lungo la via Ardeatina, deve essere opportunamente verificata per avere la certezza che non vi saranno danni all'ambiente circostante". E' quanto dichiara il consigliere regionale di Alleanza nazionale, Fabio Rampelli commentando la volont?, da parte della Giunta regionale, di creare un impianto per rifiuti tossici e non nella localit? che sorge poco dopo il santuario del Divino Amore.
"Si tratta di un'area - sottolinea l'esponente di An - di circa sedici ettari, dove vi sono societ? vinicole e ove sorgono fonti di acque oligominerali, abitata da circa un migliaio di persone che vedono seriamente messa a rischio la propria salute se non verranno messe in atto tutte le misure per verificare la compatibilit? con l'ambiente della nuova discarica".
"Il Municipio XII - ricorda Rampelli - si ? gi? pronunciato negativamente riguardo a questa ipotesi la scorsa settimana, votando all'unanimit? un ordine del giorno di netta contrariet? al sorgere di questa discarica. Se non vi fossero le condizioni idonee per la sua realizzazione - conclude Rampelli - chieder? ufficialmente alla Giunta di ritirare la determinazione con la quale si stabilisce la creazione dell'impianto a Falcognana".

Roma, 17 ottobre 2003
CTO. Rampelli: "Primo passo verso la completa ristrutturazione"
"Dopo decenni di abbandono inizia a prendere forma il nuovo ospedale Cto ". E' quanto dichiara il consigliere regionale di alleanza nazionale, Fabio Rampelli.
"L'inaugurazione di stamane della nuova accoglienza del pronto soccorso - sottolinea l'esponente di An - del centro unico di prenotazione e, soprattutto, della piscina e della palestra per la riabilitazione, chiuse da anni, rappresenta un ulteriore passo verso la ristrutturazione dell'ospedale e la sua trasformazione in un moderno 'traumacenter'".
"Fra pochi mesi - aggiunge Rampelli - il Cto sarà protagonista di due interventi sostanziali, quali il restauro delle facciate e la messa a norma degli impianti tecnologici e, attraverso un progetto di finanza - conclude Rampelli - della totale sua ristrutturazione, comprensiva del condizionamento della parte alberghiera".

Roma, 16 ottobre 2003
Sfrattati. Rampelli presenta proposta di legge: "Vincolare l'acquisto di alloggi al consenso del Comune ospitante"
"Per far fonte all'emergenza degli sfrattati 'traslocati' da Roma ho presentato oggi il testo di una proposta che va a modificare la legge regionale 12 del 1999 sull'edilizia residenziale pubblica, in cui si vincola la possibilità per un Comune di acquistare alloggi fuori del proprio territorio di competenza al consenso dell'amministrazione municipale che dovrà ospitare gli sfrattati non residenti nel proprio territorio". E' quanto annuncia il consigliere regionale di Alleanza nazionale Fabio Rampelli.
"Quello dell'emergenza alloggiativa a Roma - sottolinea l'esponente di An - è un problema che sta investendo i Comuni di Anzio, Nettuno, Pomezia, Albano, S.Angelo Romano, Ponzano Romano e Aprilia, dove il Comune di Roma ha intenzione di acquistare circa 800 alloggi per spostarvi gli sfrattati capitolini senza coinvolgere nella decisione gli amministratori delle città interessate".
"Il piano di Veltroni - conclude Rampelli - è lesivo e vessatorio nei confronti dell'autonomia dei sopraccitati Comuni, che si trovano a dover gestire una situazione difficile con poche risorse disponibili, dovendo oltretutto fronteggiare in questi giorni le occupazioni da parte dei senzatetto locali che non intendono far posto ai loro colleghi romani".

Roma, 9 ottobre 2003
Rampelli: "Il Governo italiano tuteli la stele di Axum e gli interessi del suo popolo"
"L'inizio della disarticolazione dell'obelisco di Axum mette tristezza perché fa capire che in Italia, per un po' di propaganda, si è disponibili a tutto… E' quanto dichiara il consigliere regionale di Alleanza nazionale Fabio Rampelli, promotore della battaglia per la regolamentazione del diritto di reciprocità sulla restituzione delle opere d'arte trafugate.
"Sarebbe bastato poco - sottolinea l'esponente di An - per dimostrare rispetto verso i cittadini, come ad esempio far coincidere questo gesto traumatico con la contestuale azione di recupero dei bottini di guerra sottratti all'Italia nei secoli. Tanto per rivendicare - conclude Rampelli - il diritto alla dignità".

Roma, 4 ottobre 2003
V
ertice UE. Rampelli: "Il silenzio di Veltroni sulle violenze dei no global e' vergognoso"
"Il silenzio che ha contraddistinto il primo cittadino di Roma, nonostante gli episodi di violenza ed intolleranza da parte dei no global siano iniziati già da stamattina, si fa sempre più imbarazzante". E' quanto dichiara il consigliere regionale di Alleanza nazionale, Fabio Rampelli.
"Forse che i residenti e gli operatori del quartiere Eur - sostiene Rampelli - non sono parte integrante del popolo di Roma? Forse che l'E 42, episodio di architettura razionalista che tutto il mondo ci invidia, non meriti protezione dal parte del Sindaco insieme ad una contestuale condanna verso i teppisti che lo stanno mettendo a repentaglio? Un sindaco che abbia a cuore le sorti della propria città e della sua popolazione, cioè un sindaco vero, non mostrerebbe - come sta facendo Veltroni - una sostanziale connivenza con gli anarchici, tanto per non aprire crepe nella sua maggioranza di cui fanno parte Rifondazione comunista e i centri sociali".
"Questo silenzio è una vergogna - conclude Rampelli - ed ogni altro atto sovversivo che dovesse ostacolare il vertice dei governi delle democrazie europee, troverebbe, a mio giudizio, Valter Veltroni come complice dei disordini".

Roma, 2 ottobre 2003
Laurentino 38, inaugurazione nuovo consultorio al terzo ponte. Rampelli: "Un'ulteriore prova della volontà della destra di riqualificare questo quartiere"
"La volontà di riqualificare il Laurentino 38 trova oggi un ulteriore segno tangibile attraverso l'iniziativa di insediarvi un nuovo consultorio". E' quanto dichiara il consigliere regionale di Alleanza nazionale Fabio Rampelli, promotore di numerose iniziative per il recupero urbanistico di quest'area, commentando l'inaugurazione di oggi del nuovo consultorio che, su iniziativa del XII Municipio, è stato realizzato presso il terzo ponte.
"L'apertura di questa struttura - sottolinea l'esponente di An - è l'ennesima dimostrazione dell'ottimo lavoro che il XII Municipio sta svolgendo da tempo su questo quartiere, e testimonianza ne è il protocollo d'intesa, che dovrà essere firmato entro la fine di questo mese, per la realizzazione del progetto elaborato dalla facoltà di Ingegneria della Sapienza, che prevede l'adozione del metodo della sostituzione edilizia per l'abbattimento e la ricostruzione dei ponti più degradati, il IX, X e XI. Questa idea nasce dalla convenzione che proprio il Municipio a guida centrodestra stipulò per far compiere lo studio di fattibilità per i ponti del Laurentino, e rappresenta senza dubbio una svolta nella concezione di come debba essere interpretato e ripensato l'assetto del settore edilizio dei quartieri più degradati, riconvertendo l'espansione edilizia in riqualificazione urbanistica"
"L'impegno sociale di Alleanza nazionale - conclude Rampelli - trova perciò oggi una nuova conferma con l'apertura di un consultorio, realizzato con fondi regionali dalla Asl Rm C, una struttura che in questa zona non è mai esistita e che potrà fornire un utile servizio di assistenza sanitaria ai residenti".
"L'inaugurazione di questo consultorio - aggiunge Andrea De Priamo, vicepresidente del XII Municipio - rappresenta il coronamento di un sogno. Fin dal momento dell'insediamento abbiamo infatti lavorato perché nascesse questa struttura presso la scuola 'Verne' al terzo ponte, un edificio abbandonato dalle precedenti amministrazioni di Sinistra e che diventerà un vero e proprio polo sociale nel cuore del Laurentino".

Roma, 2 ottobre 2003
Laurentino 38, inaugurazione nuovo consultorio al terzo ponte. Rampelli: "Un'ulteriore prova della volonta' della destra di riqualificare questo quartiere"
"La volontà di riqualificare il Laurentino 38 trova oggi un ulteriore segno tangibile attraverso l'iniziativa di insediarvi un nuovo consultorio". E' quanto dichiara il consigliere regionale di Alleanza nazionale Fabio Rampelli, promotore di numerose iniziative per il recupero urbanistico di quest'area, commentando l'inaugurazione di oggi del nuovo consultorio che, su iniziativa del XII Municipio, è stato realizzato presso il terzo ponte.
"L'apertura di questa struttura - sottolinea l'esponente di An - è l'ennesima dimostrazione dell'ottimo lavoro che il XII Municipio sta svolgendo da tempo su questo quartiere, e testimonianza ne è il protocollo d'intesa, che dovrà essere firmato entro la fine di questo mese, per la realizzazione del progetto elaborato dalla facoltà di Ingegneria della Sapienza, che prevede l'adozione del metodo della sostituzione edilizia per l'abbattimento e la ricostruzione dei ponti più degradati, il IX, X e XI. Questa idea nasce dalla convenzione che proprio il Municipio a guida centrodestra stipulò per far compiere lo studio di fattibilità per i ponti del Laurentino, e rappresenta senza dubbio una svolta nella concezione di come debba essere interpretato e ripensato l'assetto del settore edilizio dei quartieri più degradati, riconvertendo l'espansione edilizia in riqualificazione urbanistica"
"L'impegno sociale di Alleanza nazionale - conclude Rampelli - trova perciò oggi una nuova conferma con l'apertura di un consultorio, realizzato con fondi regionali dalla Asl Rm C, una struttura che in questa zona non è mai esistita e che potrà fornire un utile servizio di assistenza sanitaria ai residenti".
"L'inaugurazione di questo consultorio - aggiunge Andrea De Priamo, vicepresidente del XII Municipio - rappresenta il coronamento di un sogno. Fin dal momento dell'insediamento abbiamo infatti lavorato perché nascesse questa struttura presso la scuola 'Verne' al terzo ponte, un edificio abbandonato dalle precedenti amministrazioni di Sinistra e che diventerà un vero e proprio polo sociale nel cuore del Laurentino".