Stampa

Lemmetti, Rampelli: Assessore 5s bannato al Senato, le regole... si rispettano

Scritto da Super User. Postato in Notizie

“L’assessore capitolino Lemmetti che si è presentato stamane  in maglietta in audizione con l'Anci in sessione Bilancio e viene respinto, bannato, ha creato un danno alla città che rappresenta, già afflitta dai debiti e dalle insufficienti risorse. Meno male che non era estate, altrimenti l'avremmo visto giungere a palazzo Madama con perizoma leopardato e infradito...Al di là dei regolamenti interni che, piacciano o meno, prevedono l'uso di giacca e cravatta, ci duole far notare che Roma sarà penalizzata dalla sciatteria di un suo amministratore pentastellato, inadeguato al ruolo che ricopre e incapace perfino di gestire il suo outfit…”.
È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.
Stampa

Sicilia, Rampelli: Senza Meloni nessuna vittoria

Scritto da Super User. Postato in Notizie

"Il ruolo di Fratelli d'Italia del futuro si delinea con chiarezza grazie alla lucidità e alla credibilità di Giorgia Meloni, senza la quale, nell'ordine:  Musumeci non sarebbe stato il candidato alla Presidenza del centrodestra unito e, quindi, non sarebbe oggi Governatore della Sicilia;  non si sarebbe creata una coalizione coesa e vincente tale da candidarsi ora a governare la Nazione; la lista di FDI non avrebbe probabilmente raggiunto il quorum del 5% e quindi non avrebbe avuto gli attuali 4 seggi, indispensabili per presidiare il governo regionale;  il M5S nelle condizioni descritte avrebbe probabilmente stravinto le elezioni amplificando i fallimenti della Raggi su scala regionale e dando il colpo di grazia al popolo siciliano e a quello del X municipio romano, che sarebbe stato condannato a veder prevalere i grillini al turno di ballottaggio.  La determinazione e la preparazione della presidente di FDI colmano un ben preciso spazio politico nel centrodestra, una terza via tra due modelli che vengono spesso percepiti come troppo moderati o troppo estremi. È lo spazio della destra di governo”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale alla Camera dei deputati Fabio Rampelli

Stampa

Ordine degli architetti di Roma, Rampelli: Auguri di buon lavoro

Scritto da Super User. Postato in Notizie

“Auguri di buon lavoro al neopresidente (e collega) Flavio Mangione.  Sono davvero felice che finalmente l’Ordine degli Architetti abbia dato il via a un cambiamento generazionale che non potrà non essere anche culturale. Assicuro al neopresidente la disponibilità di FDI a sostenere ogni iniziativa legislativa a sostegno delle professioni e dell’architettura, affinché gli uni e l'altra abbiano una centralità nella visione delle città e del territorio”.
 
È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.
Stampa

Roghi tossici, Rampelli: Stop illegalità nei campi nomadi. Raggi e Minniti si muovano

Scritto da Super User. Postato in Notizie

"Il sindaco di Roma non sta facendo nulla per reprimere i roghi tossici e non sta facendo nulla per segnalare al tribunale dei minori la mancata scolarizzazione di centinaia di bambini deprivati del diritto al futuro. Saranno destinati, anche grazie alla Raggi, a fare borseggi, rovistaggi, taccheggi, scippi, accattonaggio o semplicemente ad appiccare incendi ai rifiuti speciali nei loro campi di residenza per proteggere i genitori dal rischio arresto in flagranza. Il sindaco risponda immediatamente alla disponibilità data mesi fa dal Ministro a soccorrere con strumenti eccezionali il Comune per stroncare il fenomeno dei roghi tossici e dare sollievo alle famiglie della periferia romana, esasperate da un fenomeno tanto grave quanto tollerato". E' quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli, componente della commissione sul degrado delle Periferie.

Stampa

Colle oppio, Rampelli: Uomini liberi in campo contro sindaco cialtrone 

Scritto da Super User. Postato in Notizie

"E ora gli uomini liberi scendano in campo per fermare il sindaco più cialtrone che abbia mai avuto Roma. Colpire la sede simbolo della destra italiana, a quattro giorni dal voto, è un atto di violenza inqualificabile che meriterebbe l'interdizione per incapacità e malafede. Nessuno lo avrebbe mai fatto, segno evidente che sta alla canna del gas. Intanto abbiamo dato mandato ai nostri legali di querelarla per diffamazione, visto il fango gettato addosso a una sede che ha attraversato gloriosamente 70 anni di storia italiana, pagato i canoni richiesti dal Comune, chiesto un nuovo contratto e un ricalcolo, resistito al tritolo e al terrorismo, costruito le pagine più belle della modernizzazione del pensiero tradizionale e identitario, aggiornato un intero bagaglio di battaglie sociali". È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d'Italia Alleanza nazionale Fabio Rampelli.