Stampa

Sgomberi immobili, Rampelli: La proprietà privata non si tocca. Non stiamo in Unione Sovietica

Scritto da Super User. Postato in Notizie

“Giù  le mani dalla proprietà privata. Ci auguriamo che la circolare del ministro dell’Interno Minniti sia sta equivocata. Nessun immobile privato può essere 'confiscato' in quanto non utilizzato per poter essere messo a disposizione di chicchessia, migranti o non.  Anzi, ricordo a Minniti che deve urgentemente provvedere alla restituzione delle seconde case, di fatto requisite dagli immigrati a famiglie italiane legittime proprietarie a Castelvolturno, in provincia di Caserta. FDI lo denuncia da anni, si tratta di veri e propri furti di abitazione su cui il governo fa orecchie da mercante. Esattamente come accaduto per 4 anni nello stabile di Via Curtatone.
Ricordiamo al ministro Minniti che non stiamo in Unione Sovietica”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale alla Camera dei deputati Fabio Rampelli.
Stampa

Curtatone, Rampelli: Abbiamo vinto una battaglia di legalità

Scritto da Super User. Postato in Notizie

“Prendiamo atto con soddisfazione dello sgombero di Palazzo Curtatone, l’immobile  occupato da migranti con il controllo dei professionisti degli espropri proletari di Action. Sono anni che denunciamo questa situazione di illegalità attraverso question time, denunce, sollecitazioni al prefetto e al questore. Oggi finalmente la questione si è chiusa ed è lecito pensare che l’emergenza terrorismo che sta colpendo ripetutamente l’Europa abbia indotto il governo a procedere a quanto doveva essere fatto tre anni fa. La situazione all’interno del palazzo era nota a tutti. Ingresso interdetto alle forze dell’ordine e ai proprietari, spaccio di droga, prostituzione, allacci elettrici abusivi, centrale di approdo smistamento di integralisti islamici che usavano la struttura come base dei collegamenti in tutta Europa per compiere attentati e organizzare traffici di essere umani. Il tutto in una delle zone della Capitale più strategiche. Dopo tre anni, possiamo dire che grazie all'azione incessante di Fdi-An questa battaglia di legalità e di rientro nello Stato di diritto è stata vinta”.
 
È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.
Stampa

Comune, Rampelli: Dopo 14 mesi altro rimpasto, i grillini nominano due assessori. Neanche la peggiore DC...

Scritto da Super User. Postato in Notizie

“Con il quarto rimpasto di Giunta e ben 16 assessori cambiati in 14 mesi i 5 Stelle gareggiano per polverizzare il primato delle peggiori giunte Dc. Un bilancio che oscilla tra immobilismo, incapacità e dilettantismo: una desolazione. Anche la crociata in nome della trasparenza ha fatto poca strada con errori, gaffe e inciampi. Infine non esiste uno straccio di visione della città, solo nozioni astratte messe in batteria come in un telequiz.
Sullo sfondo il dominio di un comico di Genova che ha perso le elezioni nella sua città e il simbolo del conflitto d'interessi in politica, più insidioso di quanto non fosse Berlusconi: la Casaleggio & associati.
Roma ‘Capitale nordizzata’ in crisi mistica sfiorisce dopo solo un anno di Raggi & Grillo”. È quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli capogruppo alla Camera di Fdi-An.

Stampa

Sky, Rampelli: Inaccettabili i licenziamenti con azienda in attivo

Scritto da Super User. Postato in Notizie

la Questione Romana torni al centro dell'agenda di governo. “Sky deve attenersi alle regole e alle leggi italiane. È inconcepibile che si licenzino oltre cento dipendenti per una decisione unilaterale presa dall’azienda i cui bilanci sono in attivo. Ci sono responsabilità importanti di cui devono farsi carico i veri imprenditori con il corollario di illuminati manager al seguito. Ma  ci sono pensatissime responsabilità anche politiche e istituzionali. Il pesante ridimensionamento della sede romana alla quale i governi locali, con  Raggi e Zingaretti, hanno assistito praticamente inermi è un ulteriore passo verso la desertificazione economica e imprenditoriale della Capitale, priva di quelle capacità attrattive e di mantenimento degli investimenti che dovrebbero contraddistinguerla. Credo sia davvero il momento di porre nuovamente ma diversamente dal secolo scorso,  la Questione romana al centro dell’agenda del governo italiano”.  È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.

Stampa

Migranti, Rampelli: Ci sarebbe da fare causa al Governo per corresponsabilità

Scritto da Super User. Postato in Notizie

“Che oggi Renzi cerchi spudoratamente di rifarsi una credibilità usando le parole d’ordine del rigore e dell'intransigenza contro quelle Ong che fanno affari con i trafficanti di essere umani fa ribollire il sangue. Che ci fossero delle collusioni era evidente molto prima che si avviassero le inchieste della magistratura e che ne parlassero i giornali e la rete. Bastava farsi un giro, vero e non tramite i social, per le coste della Sicilia, della Calabria per comprendere quanta illegalità ci fosse. Ma il business dell’accoglienza che da anni è la voce più consistente delle ultime manovre economiche era una torta troppo golosa. Chi apre gli occhi soltanto oggi dovrebbe essere denunciato per correità con i trafficanti”.
 
È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.