Stampa

Reddito di cittadinanza, Rampelli: Solidarietà al responsabile della pagina facebook dell'INPS... rdc si dimostra iniquo

Scritto da Super User. Postato in Notizie

“Comprendo l’ilarità generale che suscitano i quesiti sulla pagina Facebook di Inps Famiglia, così come capisco lo snervante ruolo che il responsabile della pagina deve svolgere anche alla luce dell’assurdità delle domande. Quindi, solidarietà a chi svolge questo delicato compito reso impossibile da un provvedimento che sta creando errori di interpretazione simili a un quadro di Escher. Il caso esploso tra ieri e oggi però dimostra una sola cosa: l’assoluta inadeguatezza dei Movimento 5 Stelle a governare. Il caos applicativo nato dal reddito di cittadinanza è la cartina di tornasole. Tra i vari problemi segnalati sulla pagina,  anche la farraginosità dell’accesso alla rete da parte degli utenti anche a causa della mancanza di alfabetizzazione digitale degli italiani. Il che dimostra che questo genere di servizi offerti attraverso i portali,  lungi dall’essere uno strumento che aumenta la trasparenza e l’accessibilità, si trasforma in una limitazione di accesso alle informazioni e quindi alla democrazia. Ha ragione il responsabile della pagina che così risponde a chi gli comunica i paradossi del reddito di cittadinanza, le clamorose esclusioni e le difficili applicazioni: “Non è colpa dell’Inps ma di chi ha fatto la legge”. 

È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia. 

Stampa

Terrorismo islamico, Rampelli: Concentrarsi sui convertiti al radicalismo islamico

Scritto da Super User. Postato in Notizie

“L’arresto di Giuseppe Frittela,  convertitosi all’Islamismo salafita con il nome di Yusuf, dimostra quanto possa essere pericoloso l’attecchimento del radicalismo anche tra gli italiani. La questione conferma la violenza dell’islamismo salafita in quanto religione a connotazione ideologica. Ottimo il lavoro svolto dagli inquirenti e dalla Polizia, come encomiabile il comportamento responsabile dei genitori che hanno cercato, secondo quanto apprendiamo dalle intercettazioni, di indurre il figlio a più miti consigli. Se non si contano morti e feriti, che Yusuf era disposto a fare, è solo grazie a questa importante combinazione che ha nel ruolo della famiglia il più importante strumento di ammortizzatore e mediatore sociale. Anche in questo caso, i social costituiscono il mezzo più potente di trasmissione di informazioni e formazione di alleanze. Occorre oggi più che mai vigilare e favorire un processo di responsabilizzazione dei giganti del web”.

È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.

Stampa

IVA, Rampelli: Pensavamo piovesse, invece grandina

Scritto da Super User. Postato in Notizie

“L’aumento dell’Iva  è un colpo devastante all’economia italiana che innescherà una spirale di aumento dei prezzi di cui le famiglie non hanno proprio bisogno. Dal produttore al consumatore, dalle imprese aI cittadini, non ci sarà settore che non verrà penalizzato da questa decisione. Il tutto per alimentare politiche economiche assistenzialisti e clientelari. Per il vicepremier Salvini, che sta tradendo il  programma fiscale e i suoi elettori - i ceti produttivi -   sarà la più grossa sconfitta”.

È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.

Stampa

Radio radicale, Rampelli: Crimi e Di Maio ghigliottinano la democrazia

Scritto da Super User. Postato in Notizie

“La scelta del sottosegretario Crimi, condivisa dal ministro Di Maio, dimostra la fine sanguinaria di tutte le rivoluzioni: abbattere la libertà di stampa. Radio Radicale rappresenta l’esempio di uno spazio libero gestito nel più assoluto pluralismo, ha praticamente anticipato - senza imposizioni - la par condicio...Un patrimonio di valore inestimabile che i 5Stelle disconoscono essendo abituati alla voce del padrone: Casaleggio&Co”. E' quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d'Italia.

Stampa

Roma, Rampelli: No agli scaricabarile tra 5stelle e Lega

Scritto da Super User. Postato in Notizie

“O Salvini allinea Roma alle altri capitale europee, oppure taccia per sempre. Altro che sindaco leghista”

“Roma non è una cavia, non sono ammesse sperimentazioni né strumentalizzazioni sulla sua pelle, non sono dignitosi gli scaricabarile tra M5S e Lega Nord cui stiamo assistendo. Esiste un governo della città in mano ai 5 stelle e un governo della nazione in mano anche alla Lega Nord. Il momento per avere una città pulita, ordinata, senza degrado, con una dignitosa qualità della vita, con capacità di attrarre investitori e creare lavoro, ripulita da criminali e spacciatori, da immigrati irregolari e campi nomadi è questo. A nessuno venga in mente di trasformarla in un teatro di battaglia tra Di Maio e Salvini. Il primo è titolare del dicastero dello Sviluppo e deve porsi ora il problema di arginare il declino economico della capitale, di fermare il trasferimento in blocco del terziario a Milano e la fuga dei suoi talenti all’estero. Il secondo metta ora in campo altri 2000 uomini in divisa, apra nuovi commissariati di polizia in periferia, contrasti la devastante ondata di droga che ha invaso la città, spezzi le gambe a nuove e vecchie bande criminali che stanno rialzando la testa, stronchi immediatamente l’imbarazzante fenomeno dei roghi tossici, insieme alle filiere del traffico illegale di rifiuti e del commercio abusivo di marchi contraffatti.  In qualità di segretario nazionale della Lega Nord dia centralità alla Capitale e alle sue emergenze, sblocchi l’antica questione dei suoi poteri speciali e dei beni da trasferire da parte dello Stato centrale, eroghi senza i vecchi pregiudizi antiromani le risorse necessarie per onorare i suoi impegni nei confronti di cittadini sfiancati dai disservizi. Dimostri che prima di parlare di nuove autonomie differenziate per quelle regioni che risultano idrovore mangia soldi si pone il problema di come allineare Roma alle altre capitali europee, destinatarie di piani straordinari per miliardi di euro. Oppure taccia per sempre, altro che sindaco leghista...”.

E’ quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.