Stampa

Acca Larentia, rendere omaggio a tutte le vittime che hanno sacrificato la vita

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2009

"In questa giornata storica nella quale finalmente sono le autorità pubbliche e non solo i militanti di un movimento a rendere omaggio ai ragazzi assassinati ad Acca Larentia dal terrorismo comunista, il pensiero corre a tutti i martiri, di ogni colore, che hanno pagato con la vita la fedeltà ai propri ideali".

"La Prima Repubblica ha avuto tante responsabilità, ma la peggiore, la più raccapricciante, è stata quella di consentire un massacro di vittime innocenti, attraverso lo stragismo cieco e la mattanza della migliore gioventù italiana, quella che si metteva in gioco per passione, disinteressata alle porcherie del potere e protesa a fare il bene della comunità. Lo scorso anno con Fini e Alemanno ricomponemmo la frattura che si era aperta nella nostra area politica, oggi con il Sindaco e il Ministro Giorgia Meloni ricomponiamo una frattura più significativa, quella che si era aperta nel popolo italiano. Le istituzioni finalmente scendono in campo, vendicando il complice silenzio dei governi dell'epoca, ma è giunto il momento che la magistratura, ieri strabica perchè politicizzata e intimorita, faccia finalmente il suo lavoro e consegni alle famiglie dei martiri di via Acca Larentia e a tutta l'Italia gli assassini di quei ragazzi, come dovrebbe accadere in ogni Paese civile. Noi siamo pronti a onorare le vittime di tutte le violenze, anche se è oggettivo come i nostri morti siano stati considerati fino ad oggi "figli di un Dio minore". Solo Veltroni, gli si deve dare atto, iniziò un percorso diverso e coraggioso, che ora insieme dobbiamo sviluppare perchè i ragazzi, di destra e di sinistra, uccisi negli anni '70 sono ormai un pezzo della storia italiana e, in quanto tali, non appartengono più alle singole organizzazioni di parte".

Acca Larentia Libero.pdfVisualizza il file Acca Larentia Libero.pdf

Acca Larentia Tempo.pdfVisualizza il file Acca Larentia Tempo.pdf