Stampa

Rifiuti: per Lazio nuovo piano che tuteli salute pubblica

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2008

RIFIUTI: RAMPELLI E MARSILIO (PDL), PER LAZIO NUOVO PIANO CHE TUTELI SALUTE PUBBLICA =
 
      Roma, 25 nov. - (Adnkronos) - "Il servizio della trasmissione 
'Report' non e' stato inquietante per la coda alla vaccinara tra Di 
Carlo e Cerroni, quanto invece per i dati in merito ai veleni rilevati
nelle falde e nei fossi intorno alla discarica di Malagrotta. E' inquietante pensare che a causa di questa discarica, si registri un sospetto aumento dei malati di cancro tra gli abitanti della zona". Lo dicono i parlamentari romani del Pdl 
Fabio Rampelli, dell'esecutivo di An e Marco Marsilio, membro della 
commissione Bilancio... 

ADN1355 3 POL 0 ADN POL NAZ RLA
 
      RIFIUTI: RAMPELLI E MARSILIO (PDL), PER LAZIO NUOVO PIANO CHE TUTELI SALUTE PUBBLICA =
 
      Roma, 25 nov. - (Adnkronos) - "Il servizio della trasmissione 
'Report' non e' stato inquietante per la coda alla vaccinara tra Di 
Carlo e Cerroni, quanto invece per i dati in merito ai veleni rilevati
nelle falde e nei fossi intorno alla discarica di Malagrotta. Una 
bomba di veleni alla diossina. E' inquietante pensare che a causa di 
questa discarica, si registri un sospetto aumento dei malati di cancro
tra gli abitanti della zona". Lo dicono i parlamentari romani del Pdl 
Fabio Rampelli, dell'esecutivo di An e Marco Marsilio, membro della 
commissione Bilancio, che puntualizzano: "Di Carlo non doveva 
rimettere solo la delega ai rifiuti, ma dimettersi dall'incarico di 
assessore perche' con la salute dei cittadini non si scherza, 
soprattutto se gli interessi privati prevalgono sul bene pubblico e 
viene meno il mandato rappresentativo".
      "Ha fatto bene il sindaco di Roma, Gianni Alemanno -aggiungono i
due deputati- ad aprire il dibattito sulla congruita' del nuovo piano 
rifiuti. Chiediamo, infatti, che venga rimesso in discussione in 
profondita' questo piano regionale per non rischiare un collasso della
situazione come e' successo in Campania. E' da valutare con attenzione
la reale necessita' di un nuovo inceneritore perche', -sottolineano- 
come diciamo da anni e come hanno dimostrato drammaticamente le 
immagini di 'Report', un inceneritore o un gassificatore bruciano 
indistintamente una grande quantita' di carta, plastica e legno, tutti
materiali riciclabili. Berlino e San Francisco, -rilevano Marsilio e 
Rampelli- piu' avanzate nel campo della raccolta differenziata, 
arrivano a recuperare oltre il 60% dei rifiuti urbani trasformandoli 
in materie prime. L'Italia -ricordano i deputati- e' un paese privo di
risorse minero-metallurgiche, ma potrebbe sviluppare una filiera 
virtuosa nel trattare rifiuti per ottenere le materie prime e 
energetiche, lavorando cosi' per l'ambiente, per il contenimento dei 
rifiuti e per la salvaguardia della salute pubblica". (segue)
POL NAZ RLA
 
      RIFIUTI: RAMPELLI E MARSILIO (PDL), PER LAZIO NUOVO PIANO CHE TUTELI SALUTE PUBBLICA (2) =
 
      (Adnkronos) - "Inoltre -continuano Marsilio e Rampelli- la 
riflessione sul nuovo inceneritore si arricchisce del parere del 
ministero dell'Ambiente per il quale il combustibile derivato dai 
rifiuti (cdr) di qualita' puo' essere bruciato nella centrale a 
carbone di 'torrevaldaliga nord' di Civitavecchia al posto del costoso
carbone. Se cosi' fosse, non ci sarebbe la necessita' di un nuovo 
impianto''.
      ''A tal proposito -ricordano i due deputati- e' necessario 
procedere al rinnovo dei vertici dell'Ama, conferendo all'azienda un 
profilo leader nel settore. E bisognera' pretendere dall'azienda 
-precisano Marsilio e Rampelli- il raggiungimento di risultati simili 
a quelli delle citta' occidentali piu' virtuose, nella raccolta 
differenziata nel recupero e nel trattamento. Per porsi l'ambizioso 
obiettivo strategico dei 'rifiuti zero', che sara' raggiunto da San 
Francisco nel 2020, -concludono- ci vuole un management con forte 
cultura politica e delle istituzioni, proteso a garantire il bene 
della comunita', indipendente da quei poteri forti che per decenni la 
destra romana ha fortemente condannato e che solo la trasmissione 
dell'altra sera ha reso celebre".
 
      (Lec/Zn/Adnkronos)

dnews26 novembre08.pdfVisualizza il file dnews26 novembre08.pdf