Stampa

Scuola, i giovani del centrodestra siano protagonisti del movimento

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2008

"Gli studenti di An e Fi impediscano alla sinistra di strumentalizzare la protesta e siano protagonisti del movimento".

"I giovani, in quanto tali, hanno un istinto ribelle che non deve essere represso, ma fatto fruttare. Nella formazione di un ragazzo non c'e e non ci sarà mai mi auguro, soltanto la partecipazione alle lezioni in aula, ma un ruolo centrale lo avrà l'impegno politico, civico e sindacale. Il movimento studentesco deve rappresentare per intero la generazione contemporanea, parte della quale esprime legittime perplessità sui provvedimenti del Governo in materia di istruzione e università, mentre l'altra parte intende contestare un sistema che non garantisce secondo loro il diritto allo studio perchè introflesso sulla conservazione dei dogmi culturali post-marxisti e dei privilegi di casta dei baroni universitari. Chi guarda il dito e chi la luna... Partecipare alle autogestioni e alle occupazioni è quindi legittimo per i nostri studenti per conquistare strumenti di controinformazione, per esprimere le loro opinioni, per essere ascoltati, per contestare davvero il sistema, quello costruito in decenni di egemonia della sinistra che penalizza qualità e merito e vede le università italiane agli ultimi posti in classifica nel mondo occidentale. L'importante è far convivere due diritti, quello a protestare e quello a studiare, con manifestazioni che non interrompano la didattica".

 

Libero scuola 2.pdfVisualizza il file Libero scuola 2.pdf

Secolo scuola.pdfVisualizza il file Secolo scuola.pdf