Stampa

Serve politica severa sui prodotti dei paesi inquinanti anti-Kyoto

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2007

"Le affermazioni dell'Amministratore delegato dell'Enel Fulvio Conti sono sacrosante e dovrebbero indurre il governo italiano a non utilizzare l'attuale emergenza dei mutamenti climatici in maniera strumentale per rassicurare l'elettorato ambientalista attraverso facili spot propagandistici".

"Non si pu? continuare a ignorare che i disperati sacrifici dell'Italia e dell'Europa per il rispetto degli accordi (Kyoto in testa) sono comunque scarsamente efficaci a causa del mancato coinvolgimento dei Paesi maggiori produttori al mondo di anidride carbonica ed effetto serra. E' necessario, unitamente a Francia, Germania, Regno Unito, varare una politica economica e commerciale severa verso i prodotti realizzati nei Paesi inquinanti e, anche per questo meno cari, i cui costi comunque verranno pagati anche da quei popoli che non inquinano. Si tratta di un nodo drammatico che non si pu? continuare a ignorare".