Stampa

'Incidente' Gardini-Luxuria

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2006

''Siamo stati e restiamo per la 
tutela dei diritti individuali, compreso quello dell'on. Vladimiro 
Guadagno, in arte Luxuria, di essere omosessuale o, come si 
autodefinisce, transgender. Proprio per questo riteniamo inalienabile 
il diritto delle parlamentari di non condividere la loro toilette con 
una persona che fisicamenete e' uomo, anche se si sente donna''. 

 ''Siamo stati e restiamo per la 
tutela dei diritti individuali, compreso quello dell'on. Vladimiro 
Guadagno, in arte Luxuria, di essere omosessuale o, come si 
autodefinisce, transgender. Proprio per questo riteniamo inalienabile 
il diritto delle parlamentari di non condividere la loro toilette con 
una persona che fisicamenete e' uomo, anche se si sente donna''. ''Di 
diritti in campo ce ne sono almeno due da difendere, non esiste solo 
quello dei trans. C'e' anche quello delle persone che si sentono a 
proprio agio nel loro sesso e non intendono subire la violazione della
propria intimita' da parte di chi ha un'identita' di genere difforme 
da quella naturale''.

      ''Spero sinceramente che il presidente Bertinotti 
sappia dimenticare che la signora Vladimiro e' del suo stesso partito 
e riesca a tutelare alla pari i diritti di tutti i parlamentari. 
Ricordo infine che la Camera dei deputati e' un'istituzione che 
dovrebbe essere esempio per i cittadini''.

      ''Al di la' del ridicolo che sta travolgendo il Parlamento negli
ultimi mesi, e' opportuno che ci si renda conto che attraverso questa 
scelta indirettamente si coinvolgeranno i cittadini italiani in 
scuole, universita' , posti di lavoro, uffici ed esercizi pubblici. 
Ovunque esistano bagni distinti per uomini e donne''.