Stampa

Assestamento bilancio, Veltroni 'padre-padrone'

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2005

"La parola che sintetizza meglio il giudizio sulla prima manovra di assestamento di bilancio ?: delusione, una delusione nelle poche scarsamente qualificanti iniziative che la caratterizzano, dai 25milioni di euro all?Atac per il disperato quanto inutile tentativo di provare a risanare il bilancio dell?azienda, agli 8 milioni di euro che - in epoca di vacche magre - Marrazzo ha la sfrontatezza di destinare a Musica per Roma presieduta dal deputato diessino, Goffredo Bettini".

"Si confermano per intero - ha detto il capogruppo - i timori gi? denunciati da An su una Regione che rinuncia alla propria competenza e un?equa distribuzione delle risorse su tutto il territorio regionale a tutto vantaggio del ?Padre-Padrone? di questa maggioranza, Walter Veltroni. ? paradossale constatare che la somma dei contributi fissi concessi dalla Regione Lazio a oggi a importanti istituzioni culturali di calibro internazionale quale il Teatro dell?Opera, il Teatro di Roma e l?Accademia di Santa Cecilia eguaglino il recente finanziamento concesso all?Auditorium, fin dalla sua progettazione e costruzione considerato per la collettivit? una vera e propria incolmabile voragine mangiasoldi".

"? paradossale dover concludere che senza la battaglia qualificante dell?opposizione per ottenere l?esenzione dal pagamento del biglietto per gli ultrasettantenti nel trasporto pubblico locale su gomma e metropolitana, l?Atac avrebbe ingiustificatamente ottenuto una notevole mole di quattrini non collegata con un anche parziale miglioramento del servizio".

"Siamo infine rammaricati che un incomprensibile timore di una strumentalizzazione politica anti- Prodi abbia impedito l?approvazione di un emendamento legislativo a costo zero teso a introdurre - con il concorso delle categorie - l?uso del doppio prezzo euro-lira, provvedimento che, seppure tardivamente, avrebbe aiutato gli anziani e le fasce sociali pi? deboli a meglio comprendere i pericoli che la ricaduta dell?euro ha generato sui consumi".

"Altre Regioni, infatti, sia di centrodestra che di centrosinistra stanno introducendo normative analoghe, anche come forma di lotta al carovita".

"Lo spirito di fazione ? incredibilmente prevalso nel centrosinistra, affetto com?? dalla sindrome della coda di paglia ".