Stampa

Archivio Comunicati 2003: Dicembre

Roma, 18 dicembre 2003
FALCOGNANA. RAMPELLI: "BLOCCATO L'INSEDIAMENTO DELLA DISCARICA"
"Sulla discarica di Falcognana, autorizzata nei mesi scorsi con parere favorevole espresso dal Comune e dalla Provincia di Roma, viene invertita la rotta: la commissione Ambiente della Regione ha infatti approvato oggi all'unanimit? una mozione, di cui sono il primo firmatario, con la quale si sospende la sua realizzazione". E' quanto dichiara il consigliere regionale di Alleanza nazionale, Fabio Rampelli.
"Nel documento - sottolinea l'esponente di An - sono state recepite le istanze del XII Municipio e dei comitati di zona, che si sono espressi fina dal principio contro questa ipotesi. Questa zona ? infatti classificata come area H2, a prevalente caratterizzazione agricola, e che si trova a ridosso del parco dell'Appia Antica, per cui la realizzazione di una discarica per il fluff andrebbe a mettere in pericolo l'equilibrio ambientale esistente".
"La decisione di oggi rappresenta un grande risultato - conclude Rampelli - che certamente si ? reso possibile grazie all'opera svolta dalla Regione Lazio, alla sensibilit? della Giunta e che va nella direzione della tutela della salute dei cittadini".

Roma, 5 dicembre 2003
LAURENTINO 38, LA COMMISSIONE INTERISTITUZIONALE APPROVA IL PIANO PER LA DEMOLIZIONE DEI PONTI IX, X E XI. RAMPELLI e DE PRIAMO: "NON UNA SEMPLICE DEMOLIZIONE, MA UN VERO E PROPRIO PROGETTO ORGANICO PER LA RINASCITA DEL QUARTIERE"
"La commissione tecnica interistituzionale costituita all'indomani dell'accordo di programma fra Regione, Comune, Municipio XII e Ater per la riqualificazione del Laurentino 38 ha definitivamente dato il via libera al progetto preliminare per la demolizione dei ponti IX, X e XI e alla redazione delle linee guida per il recupero urbanistico dell'intero quartiere". E' quanto annunciano il consigliere regionale di Alleanza nazionale Fabio Rampelli e il vicepresidente del XII Municipio Andrea De Priamo.
"Abbiamo sempre sostenuto - sottolineano i due esponenti di An - il principio della sostituzione edilizia come via maestra per far rinascere le periferie pi? degradate, e la decisione adottata premia lo sforzo che ? stato compiuto in primo luogo dal Municipio XII, che l'anno scorso, grazie ad un emendamento al bilancio comunale presentato dal consigliere Marco Marsilio di An, aveva realizzato con l'Universit? La Sapienza uno studio di fattibilit? su questa materia. Non si tratta di una demolizione di basso profilo, ma di un progetto complesso, frutto della sintesi del lavoro dei tecnici delle istituzioni coinvolte, in cui ? prevalsa la linea suggerita da Alleanza nazionale per creare nuovamente ricchezza sociale in un quartiere purtroppo abbandonato al degrado e divenuto spesso teatro di gravi episodi di violenza".
"Il progetto preliminare - spiegano Rampelli e De Priamo - prevede la demolizione dei ponti e la loro sostituzione con 6000 metri quadrati di insediamenti residenziali per categorie speciali, come ad esempio le giovani coppie, distribuiti lungo via Filippo Tommaso Marinetti a livello di strada, 1200 per servizi artigianali, 2700 per servizi pubblici locali, come l'ufficio postale, 3300 per servizi privati di terziario convenzionato, 600 per un asilo nido e 1350 per servizi commerciali privati. Lungo l'asse della via ? prevista inoltre la realizzazione di tre piazze, due per dislocare il terziario convenzionato e una per l'asilo nido, e la creazione tutt'intorno di spazi di verde pubblico".
"Adesso - concludono Rampelli e De Priamo - occorre che il passaggio dal progetto preliminare a quello definitivo avvenga rapidamente, e rivolgiamo infine un appello al Prefetto affinch? il pi? presto possibile venga ripristinato il posto di Polizia in questa zona per scongiurare nuovi atti crimonosi".

Roma, 2 dicembre 2003
VIABILITA' A TOR SAPIENZA. RAMPELLI E GHERA: "SU SENSO UNICO IL VII MUNICIPIO SBAGLIA, DOMANI SAREMO IN PIAZZA PER APPOGGIARE LE RIVENDICAZIONI DEI RESIDENTI"
"L'amministrazione del VII Municipio sta commettendo un errore madornale e inspiegabile, contravvenendo ad un ordine del giorno presentato da An nella seduta del 7 novembre scorso del Consiglio municipale, che lo aveva approvato all'unanimit?, in cui si chiedeva, a cominciare dalla data di ieri, l'introduzione del doppio senso di marcia su via Tor Sapienza". E' quanto dichiarano Fabio Rampelli e Fabrizio Ghera, consiglieri di Alleanza nazionale alla Regione e al Comune di Roma, che annunciano per oggi una manifestazione con i residenti e i commercianti della zona organizzata dal circolo di An Impronta sociale, che avr? luogo a piazza Cesare De Cupis a cominciare dalle ore 17,00.
"I disagi creati dal senso unico su via Tor Sapienza - sottolineano i due esponenti di An - sono stati superiori ai vantaggi. Sia la viabilit? che la sicurezza dei pedoni, oltre alla soppressione di fermate del servizio di trasporto pubblico, hanno stravolto la vita dei residenti di questo quartiere: non riusciamo davvero a capire il motivo delle insistenze dell'amministrazione municipale di centrosinistra in un provvedimento cos? inviso alla cittadinanza".
"Va ricordato - precisa Tommaso Ippoliti, consigliere di An del VII Municipio - che circa un mese e mezzo fa vi fu un'altra manifestazione dei cittadini che in quell'occasione bloccarono il traffico, e da l? ? scaturita la proposta dell'odg approvato dal Consiglio all'inizio di novembre, che per? non ? stata minimamente tenuta in considerazione dal presidente Stefano Tozzi e dalla sua Giunta: per questo motivo oggi scenderemo in piazza per difendere i cittadini e dar loro il nostro sostegno nel richiedere l'introduzione del doppio senso di marcia su via Tor Sapienza".