Stampa

Migranti, Rampelli: Governo complice degli scafisti.

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2015

«Il Governo Renzi non arresta il traffico degli esseri umani, ma si rende complice degli scafisti. L’alternativa c’è ed è quella che ha proposto Fratelli d’Italia: dichiarare guerra agli scafisti e aprire centri di raccolta direttamente sulle coste del Nord Africa, per valutare con certezza chi abbia bisogno o meno della protezione internazionale. Quello che sta accadendo oggi è ancora più brutale, visto che si promuove una sorta di selezione naturale tra chi può attraversare il deserto e il mare, i più ricchi e robusti, e chi invece, come gli anziani, le donne e i bambini, sono costretti a restare sotto le bombe. Per paradosso, per stroncare questo business della solidarietà gestito dalle coop rosse e bianche, sarebbe meglio dare i soldi direttamente ai migranti».

Lo ha detto ad Atreju il capogruppo alla Camera di FdI, Fabio Rampelli, nel corso del dibattito con il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, il presidente del Pd, Matteo Orfini, e il coordinatore nazionale di Ncd, Gaetano Quagliariello,

E interpellato sul ruolo della Ue, Rampelli ha aggiunto: «L’Unione Europea oggi riproduce I vecchi conflitti degli Stati europei. Senza carri armati, ma con la finanza e la burocrazia. Non si capisce perché, per esempio, la Francia decise di bombardare Tripoli, senza neppure la copertura dell’Onu, all’indomani della firma italiana di accordi con Gheddafi».

Roma, 26 settembre 2015