Stampa

Miur-Cineca, Rampelli: Avevamo ragione a denunciare la mancanza di trasparenza

Sentenza del Tar giudica illegittimi i fondi al Consorzio. “La sentenza del Tar del 27 febbraio scorso che ha giudicato illegittimi gli atti del ministero dell’Istruzione e Università relativi all’affidamento al Cineca dei servizi informativi per una spesa complessiva di 18milioni e 700mila euro finalmente rende giustizia a tutte le battaglie fatte dal gruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazioanale, Era febbraio 2016 quando formulammo l’interrogazione all’allora ministro Giannini chiedendo trasparenza sul Cineca e la revoca dell’affidamento diretto. Avevamo ragione noi a denunciare tutte le opacità di un contratto che si reiterava da sette anni senza alcun titolo. Vorremmo avere i nomi dei responsabili di coloro che in seno all’amministrazione hanno gestito i rapporti con questa società anche alla luce del fatto che lo stesso Garante della Concorrenza aveva sollecitato a una gara pubblica, e la Corte dei Conti aveva contestato il danno erariale ”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazioanle Fabio Rampelli.