Stampa

Medici senza frontiere, Rampelli: Indegno ricatto morale agli italiani

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2017

“Noi dobbiamo impedire che l’Africa si trasferisca  in massa in Italia e in  Europa, per questo dobbiamo ricreare quella frontiera a Sud dell’Europa che si è disintegrata con le cosiddette 'primavere arabe'. Le affermazioni di MDF stridono con la loro missione: 14 esseri umani al giorno hanno perso la vita nel Mediterraneo in questi anni nel tentativo di attraversarlo.  Primun vivere. Le sofferenze patite dagli immigrati nei centri libici devono essere motivo di monitoraggio e iniziativa verso il governo di Tripoli da parte dell'Ue per stabilire codici di accoglienza rispettosi dei diritti umani, ma la prospettiva di ripristinare i viaggi della morte su cui s'ingrassano gli attori principali di questa filiera dell'horror va scartata con indignazione.  Il ricatto morale verso gli italiani messo in onda da Medici senza Frontiere oltre a essere di cattivo gusto è del tutto privo di fondamento. Si tratta di un appello umanitario velleitario che considera solo il punto di vista dei sopravvissuti alle traversate, taglieggiati da trafficanti e scafisti tanto quanto le decine di migliaia di annegati".
 
È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.