Stampa

Roghi tossici, Rampelli: Stop illegalità nei campi nomadi. Raggi e Minniti si muovano

"Il sindaco di Roma non sta facendo nulla per reprimere i roghi tossici e non sta facendo nulla per segnalare al tribunale dei minori la mancata scolarizzazione di centinaia di bambini deprivati del diritto al futuro. Saranno destinati, anche grazie alla Raggi, a fare borseggi, rovistaggi, taccheggi, scippi, accattonaggio o semplicemente ad appiccare incendi ai rifiuti speciali nei loro campi di residenza per proteggere i genitori dal rischio arresto in flagranza. Il sindaco risponda immediatamente alla disponibilità data mesi fa dal Ministro a soccorrere con strumenti eccezionali il Comune per stroncare il fenomeno dei roghi tossici e dare sollievo alle famiglie della periferia romana, esasperate da un fenomeno tanto grave quanto tollerato". E' quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli, componente della commissione sul degrado delle Periferie.