Stampa

Tlc, Rampelli: Sì alla proprietà pubblica delle reti

"Le reti e le infrastrutture devono sempre restare pubbliche, fatta salva la gestione che può essere privata, pubblica o pubblico/privata. Ma l'interesse nazionale va sempre salvaguardato, chi non l’ha fatto negli anni scorsi andrebbe indagato  dalle Procure, per capire se la decisione di dare, anche a stranieri, la proprietà delle reti strategiche nazionali fu dolosa. Siamo quindi per lo
scorporo della Rete di telecomunicazione e il suo ritorno in mano pubblica. Sovranità delle infrastrutture". È quanto scrive il vicepresidente della Camera dei Deputati Fabio Rampelli di Fratelli d'Italia sulla sua bacheca Facebook.