Stampa

Fca, Rampelli: Di Maio ministro dello sviluppo economico per caso...

“Mentre il ministro francese dell’Economia si rammarica del ritiro della proposta Fca, il ministro italiano Di Maio si lamenta dell'intervento dello Stato nell'economia. Non si capisce cosa stia a fare alla guida di un ministero che si occupa di sviluppo economico. Del resto lo dimostrano i tavoli di crisi aziendali ereditati da Renzi e Gentiloni e ulteriormente aumentati con il governo pentaleghista. Ci viene davvero la nostalgia dell’Iri! Gli eredi Agnelli avranno valutato che cedere l'ad e la sede alla Francia avrebbe avuto un costo troppo alto... In qualche modo l’interesse nazionale italiano, o di quel che resta, viene salvaguardato. Non certo però dal governo”.

È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei Deputati Fabio Rampelli di Fratelli d'Italia.