Stampa

Fabio Rampelli: Tutta la sinistra ha inquinato la Magistratura

Non se la caveranno con l’auto sospensione di Lotti, né con le dimissioni dei magistrati coinvolti in questo scandalo del CSM. È la morsa letale delle toghe rosse legate prima al PCI e ora al PD ad aver inquinato la magistratura e screditato la giustizia italiana. La spartizione delle Procure e le strategie intimidatorie per allontanare i pretendenti non allineati meritano l’azzeremento dell’organo di autogoverno dei giudici e l’avvento di uno nuovo metodo di selezione che dia centralità a quei magistrati indipendenti sganciati dai partiti politici e dalle loro correnti.

Lo scrive su facebook il vice presidente della Camera Fabio Rampelli