Stampa

Meloni, Rampelli: Un poveraccio o un comunista?

"Giorgia Meloni è stata nuovamente messa sotto attacco dalle anime belle del progressismo, quelle che t’insultano semplicemente se manifesti idee diverse dalle loro. Odiano essere contraddetti, la loro ‘religione’ non prevede che qualcuno manifesti pensieri diversi dai propri e sono capaci di esprimere una violenza disumana e senza limiti, come accade a questo ‘fenomeno’ che compie due sacrilegi: offendere una donna e mamma, colpire la sua innocente figliola. È vero che i social raccolgono le pulsioni più basse della persona, ma almeno di fronte alle creature occorrerebbe sapersi fermare. Giorgia è una donna forte, non avrebbe bisogno della solidarietà che in tanti le stanno tributando in queste ore, tuttavia le esprimo il mio affetto più profondo e ricordo a questo decerebrato che non solo è amata dalla sua famiglia, ma lei e la sua famiglia sono amate da milioni di persone. Cosa che non potrà mai accadere per chi persegue la via dell’ignominia".

E’ quanto scrive su Facebook Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.