Stampa

Coronavirus, Rampelli: In Parlamento non si vota. Volevano aprirlo come una scatoletta di tonno ma hanno perso l'apriscatole

“Il senatore Castaldi o c’è o ci fa. Quando diciamo che il Parlamento è chiuso intendiamo che le attività sono sospese. È ovvio che deputati e senatori possano entrare alla Camera e al Senato. Ma come lui ben sa non c’è attività, né delle assemblee plenarie, né delle commissioni. Non si fanno audizioni, non si parla con le categorie, non si vota, non si legifera. Le istituzioni democratiche non sono uno centro anziani, non ci si entra per bighellonare, leggere giornali e riviste, fare una passeggiata in Transatlantico, contemplare arazzi e dipinti. E meno male che volevano aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno. Hanno perso l’apriscatole”.

E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.