Stampa

Rifiuti, intervento governo non diventi occasione scontro nord-sud

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2011

"L'intervento del governo sui rifiuti a Napoli non deve e non può diventare l'ennesima occasione di scontro tra nord e sud, anche perchè in molte realtà del settentrione gli inceneritori si sostengono esclusivamente con i soldi dello Stato, cioè 'rapinando' la metà delle risorse per le energie rinnovabili e destinandole alla gestione dei mega-forni costruiti per bruciare i rifiuti l?80% dei quali sono ubicati nel nord".

"Tuttavia è giusto pretendere garanzie certe dagli amministratori campani e dai cittadini napoletani affinchè possa affermarsi da subito una diversa mentalità, tale da far considerare i rifiuti non degli scarti ma materia prima". 

"Gli amministratori costringano i cittadini con atti amministrativi, capacità organizzativa e campagne di educazione ambientale a domicilio a ridurre la produzione di immondizia e a recuperare la gran parte di ciò che si getta o che si vorrebbe bruciare con la raccolta differenziata. Questo è l'unico modo per non vanificare gli interventi dello Stato, al nord come al sud. L'unica differenza sta nel fatto che al nord i nostri soldi finiscono nelle tasche dei gestori degli inceneritori e al sud nella raccolta h 24 e nel conferimento in discarica. Ma sempre soldi buttati sono".