Stampa

Castelli, Accusa ai romani destinata a ricadere addosso a esponente leghista

Scritto da Super User. Postato in Notizie 2011

"Mi pare evidente che l'accusa di 'culturalmente arretrati' che il vice ministro Castelli ha lanciato agli amministratori romani (secondo la correzione e le scuse fatte pervenire) sia destinata a ricadere addosso all'esponente leghista".

"E' lui infatti a ignorare il reale uso del Grande Raccordo Anulare da parte dei cittadini romani e di quelli dell'area vasta laziale. Si tratta ormai di una strada urbana che, anche nella pianificazione urbanistica viene considerata tale. All'esterno del GRA vivono milioni di persone che di fatto impegnano a Roma la gran parte del loro tempo, dalle borgate ai comuni dell'hinterland  alle province laziali".
 
"Una volta stabilito da che parte sia l?ignoranza e rimesse nella loro posizione la questione dei ministeri e quella del pedaggio occorre tuttavia distendere gli animi, accettare le scuse di Castelli e sfidare la sub-cultura leghista con la forza propria di Roma, quella della generosità, della saggezza, della grandezza".
 
"Roma rappresenta l'Italia ben oltre i suoi confini e non deve lasciarsi trascinare in battaglie campanilistiche perchè rischierebbe di intaccare la sua universalità, dando di sì l'immagine di una sperduta cittadina di provincia che urla e sbraita per avere uno straccio di popolarità".
 

Corriere sera, Castelli. 24 giugno 2011.pdfVisualizza il file Corriere sera, Castelli. 24 giugno 2011.pdf

Tempo Rm. Castelli 24 giugno 2011.pdfVisualizza il file Tempo Rm. Castelli 24 giugno 2011.pdf

Messaggero. Castelli. 24 giugno 2011.pdfVisualizza il file Messaggero. Castelli. 24 giugno 2011.pdf

Secolo. Castelli. 24 giugno 2011.pdfVisualizza il file Secolo. Castelli. 24 giugno 2011.pdf

Discussione. Lega. 24 giugno 2011.pdfVisualizza il file Discussione. Lega. 24 giugno 2011.pdf