Stampa

Mes, Rampelli: Gentiloni canta 'bella ciao' e Centeno smentisce Conte e Gualtieri

“Mentre Gentiloni canta felice ‘Bella Ciao’ al Parlamento’, il presidente dell’Eurogruppo con una botta sola smentisce sul Mes sia Conte – che aveva annunciato un possibile rinvio del trattato - che il ministro Gualtieri. Secondo Centeno l’accordo politico sul trattato è fatto, non c’è nessuna ragione per cambiarlo e la firma è prevista per l’inizio del 2020. Conte che dice?”

E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Stampa

Hong Kong, Rampelli: Senza riconoscimento libertà, Cina fuori dal Wto

“Quando nel 2014 scoppiarono i primi disordini a Hong Kong, entrai alla Camera dei deputati con ombrello giallo aprendolo nell’emiciclo per poter testimoniare già all’epoca la mia vicinanza a Joshua Wong e per sollecitare l’Occidente di uscire fuori dall’ipocrisia. Quale ipocrisia? La tolleranza della dittatura cinese, le violenze e il conculcamento delle libertà civili e politiche perché la Cina è una potenza economica che ha rapporti con tutti l’Occidente. Quando nel 1989 il vento della globalizzazione fece crollare il Muro di Berlino, poco prima ci fu Tienanmen. Ma quel vento che pure riuscì a far crollare la potenza sovietica non riuscì però a fare altrettanto con il regime comunista cinese.  La ragione stava nel fatto che nel 1971 la Cina entrò nel Wto, nel salotto buono dell’economia e della finanza occidentale per inserirsi nel mercato globale e cannibalizzare la nostra economia, prendere tutti i vantaggi senza dare niente in cambio in termini di apertura alla libertà e ai diritti. In politica estera occorre parlare con tutti però questo velo di ipocrisia nei confronti della Cina dobbiamo avere il coraggio di squarciarlo”.

È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia, intervenendo alla conferenza stampa svoltasi alla Sala dei Caduti di Nassiriya del Senato della Repubblica organizzata dal senatore Adolfo Urso di Fdi e dal Partito Radicale. 

Stampa

Dissesto idrogeologico, Rampelli: Serve piano straordinario manutenzione suolo e infrastrutture

“Siamo la nazione con il maggior numero di frane in Europa, oltre 620mila, solo nel 2018 più di 4000 evacuati e 38 vittime, dati Ispra da fa dar tremare i polsi. E’ il frutto di decenni d’incuria che hanno portato il territorio al collasso, una situazione che riguarda almeno il 90% dei nostri comuni. L’Italia va protetta, serve un piano straordinario per la manutenzione del suolo e delle infrastrutture, per salvaguardare e mettere in sicurezza cittadini, manufatti e centri urbani, va chiesto con decisione all’Ue di non calcolare questi investimenti nel rapporto deficit/pil perché riguardano il diritto alla vita delle persone e della nostra penisola di salvarsi. Dobbiamo essere considerati le Maldive d’Europa, un territorio a rischio graduale di scomparsa.

Sullo stesso piano bisogna agire per revocare le concessioni a quelle società che in questi decenni hanno incassato i pedaggi, totalizzato profitti miliardari, senza effettuare i consolidamenti statici e i dovuti controlli sulla rete autostradale”. 

E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Stampa

Natalità, Rampelli: Serve piano straordinario di sostegno per giovani e famiglie

“Fratelli d’Italia ha sottolineato per prima la necessità di un piano straordinario di sostegno alla natalità e alla famiglia. I dati pubblicati dall’Istat confermano il nostro allarme: nel 2018 sono stati iscritti in anagrafe per nascita 439.747 bambini, oltre 18 mila in meno rispetto al 2017 mentre i dati provvisori riferiti al periodo gennaio-giugno 2019 contano già quasi 5 mila in meno rispetto allo stesso semestre del 2018. Da oltre due decenni l’Italia a un indice di natalità sotto lo zero. Va colmato un vuoto legislativo, economico e valoriale. Serve una rivoluzione culturale per incoraggiare giovani e famiglie a fare figli. Il governo, da parte sua, trovi le coperture economiche e si faccia carico del problema attuando misure di sostegno come ad esempio il quoziente familiare e il reddito d'infanzia. Difendere natalità per garantire un futuro all’Italia”.

È quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Stampa

Violenza donne, Rampelli: Campagna che sbugiardi chi alza le mani e protezione immediata dopo le denunce per maltrattamenti

“Nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne dobbiamo constatare che non si è trovata la chiave giusta per ridurre questo fenomeno orribile quanto diffuso.

La violenza sulle donne è una vera piaga sociale con un episodio ogni 15 minuti e 88 vittime al giorno tra violenze, stalking e maltrattamenti.  Numeri drammatici che vanno contrastati energicamente, anche con campagne che sbugiardino e ridicolizzino chi alza le mani su una donna, facendo però contestualmente scattare i protocolli di protezione per quelle donne che immediatamente denunciano intimidazioni e percosse. Gli uomini che fanno violenza sulle donne sono dei vermi, non persone ma bestie, e come tali dovrebbero essere riconosciuti. Lotta senza sconti a questi mostri”.

E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Stampa

Manovra, Rampelli: Dal Governo pigliatutto un provvedimento 'sanguisuga'

“Sinistra e 5 Stelle vogliono continuare a fare cassa sulla pelle degli italiani. Una norma contenuta nella legge di Bilancio prevede che i Comuni e le Province possono pignorare i conti correnti e gli stipendi dei cittadini, in caso di mancato pagamento dei tributi locali da parte dei contribuenti. Dal governo pigliatutto un ‘provvedimento sanguisuga’, a conferma di una manovra economica senza crescita che colpisce famiglie e aziende invece di tagliare la pressione fiscale”.

E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.