Stampa

Manovra, Rampelli: AAA cercasi coraggio. Il Governo del cambiamento e la manovra renziana

“Dal Governo una manovra che non dà prospettiva all’Italia. Il coraggio annunciato inizialmente dall’esecutivo, anche sul rapporto deficit-pil teso a dare un segnale forte agli eurocrati, si è frantumato sul reddito di cittadinanza. Una bolla assistenzialista, un neo vitalizio targato 5 Stelle cui la Lega nord colpevolmente non ha voluto porre rimedio, che brucerà 10 miliardi di euro senza creare lavoro né ricchezza. Si è preferito, come fece Renzi, mettere soldi nelle tasche di alcuni cittadini in maniera clientelare invece di far ripartire l’economia reale attraverso un vero e proprio shock fiscale con un abbattimento energico della pressione fiscale, maggiori investimenti, realizzazione di opere pubbliche e interventi di manutenzione sul territorio, piano straordinario per il Sud. Abbiamo confidato nel cambiamento, ma per cambiare ci vuole determinazione. AAA coraggio cercasi, per non innalzare il debito per futili motivi, per non replicare manovre finanziarie renziane. Abbiamo già dato”.

È quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Stampa

Sport, Rampelli: Torna pdl su educazione motoria scuola primaria, Giorgetti stanzi fondi

“Anche in questa legislatura si sta lavorando in commissione sulle proposte di legge per introdurre l’obbligo dell’educazione motoria nella scuola primaria. Il testo depositato reca anche la firma dei deputati Mollicone e Frassinetti, da sempre sensibili alla materia. Riteniamo importante che, nel rispetto del bambino e dei suoi ritmi di crescita, si utilizzi la cultura e la pratica sportiva come elemento essenziale dello sviluppo integrale della personalità. Chiediamo al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport Giancarlo Giorgetti, di stanziare le risorse necessarie nella legge di Bilancio – come del resto già accade in diversi stati occidentali - per sostenere l’educazione motoria nella scuola primaria. Si tratta di uno strumento insostituibile di prevenzione ai fenomeni di devianza giovanile e di obesità infantile, ma anche un modo per conoscere il proprio corpo e competere amatorialmente nella correttezza e nella lealtà. Una vera e concreta iniezione di educazione civica praticata sui campi di gioco”.

E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Stampa

Beni culturali, Rampelli: Il Governo faccia censimento opere trafugate, il Parlamento lavori per ambiente in Costituzione

“Ci auguriamo che il governo italiano voglia  completare la ricognizione e il censimento delle opere trafugate o illecitamente custodite in altri musei del pianeta, avviando un’idonea procedura per rientrare in possesso di tali enormi ricchezze culturali ed economiche. Non a caso, siamo la Nazione che possiede la percentuale di gran lunga più alta del patrimonio artistico mondiale, con il primato dei siti tutelati dall’Unesco, con realtà urbane e ambientali non ancora pienamente valorizzate”. È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli intervenendo alla firma del protocollo d’intesa tra Italia Nostra e l’Arma dei Carabinieri per la tutela del patrimonio artistico e culturale, alla presenza del ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli. Il protocollo è stato siglato dal Gen. Giovanni Nistri, comandante generale Arma carabinieri e da Oreste Rutigliano, già presidente Italia nostra.

“La nostra identità – ha proseguito-  si è forgiata sulle piazze rinascimentali, tra le calli della laguna, nei vicoli medievali di Spoleto, tra le Torri di San Gimignano, nell’acropoli di Agrigento, e nei templi della Magna Grecia calabrese, pugliese, siciliana. Possiamo dire di essere letteralmente scolpiti sui Sassi di Matera, e su ciascuna pietra dei  Romani. Italia è cultura, tutela del paesaggio, amorevole cura dell’ambiente o non è”.

“E mi sento di lanciare una sfida- ha aggiunto - l’ambiente purtroppo non è stato inserito nel secondo comma dell’articolo 9 della Costituzione che recita: ‘La Repubblica tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione’. Mentre i costituenti, in particolare Emilio Lussu, furono sensibili alla tutela costituzionale del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico della nostra comunità, meno attenti sono stati i ‘costituenti’ contemporanei che non hanno trovato il modo né la sintesi politica per inserire l’ambiente tra i valori da salvaguardare insieme al paesaggio. Forse perché si sarebbe creati problemi alle Regioni rafforzate dalla riforma del Titolo Quinto che ha destabilizzato il nostro assetto istituzionale, moltiplicando a dismisura i conflitti tra Stato centrale ed enti territoriali ingessando decisioni e progetti penalizzando imprese, famiglie e territori. Per queste battaglie, come sanno le amiche e gli amici di Italia nostra e dell’Arma io ci sarò sempre. Potete fare conto sulle mie energie e sul mio spirito battagliero. Sono sicuro che ci sarà l’intero Parlamento”.

“V’invito volentieri – ha concluso Rampelli - ad aprire insieme questo nuovo impegno sul quale oggi si possono mobilitare forze più sensibili rispetto al passato. Memori anche delle incongruenze rilevate e consapevoli che il modo più efficace per rappresentare con serietà gli interessi locali è quello di rafforzare contemporaneamente lo Stato nazionale”.

Stampa

Terza età, Rampelli: Ha diritto al futuro

Appello alla Rai per dedicare spazi informativi agli strumenti patrimoniali per gli anziani

         “La Terza età ha il diritto di conquistare la dimensione del futuro, non solo del passato e del presente.  Al di là dell’affetto che ciascuno di noi sente per i nostri genitori, a loro si deve l’importante funzione sociale di essere veri ‘custodi’ delle famiglie di oggi  svolgendo ruoli di supplenza dello Stato. Seguono i nipoti, contribuiscono al bilancio famigliare, danno anticipi per la casa, donano abitazioni ai figli per consentire di lanciarsi nella sfida più bella ma oggi più difficile: mettere su famiglia”.  E’ quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli intervenendo presso la Sala della Regina alla presentazione  della 15° Guida per il cittadino “La Terza età: strumenti patrimoniali, opportunità e tutele”,  divulgata dal Consiglio Nazionale del Notariato in collaborazione con associazioni di consumatori. La guida presenta  sinteticamente istituti giuridici come il  contratto di rendita vitalizia, il contratto di mantenimento/vitalizio alimentare/vitalizio assistenziale, il contratto di donazione con onere di assistenza, la compravendita della nuda proprietà con riserva d’usufrutto, la compravendita della proprietà con riserva del diritto di abitazione, e ancora, il prestito vitalizio ipotecario, il trust.

 “Spero che – ha osservato il vicepresidente- questa utile guida possa essere presentata al più ampio pubblico, anche al ministro della Famiglia Lorenzo Fontana, agli enti locali che possono trasmetterlo ai centri anziani, ai quali va sempre il nostro sentito ringraziamento per l’importante funzione che svolgono”.

“Sarebbe anche davvero auspicabile che rispondendo a una delle funzioni che le compete, la Rai dia la necessaria visibilità al volume dedicando servizi televisivi nei palinsesti che svolgono funzioni di pubblica utilità nelle fasce orarie maggiormente frequentate dalla Terza Età”.

“Siamo dunque tutti sollecitati a coinvolgere direttamente la nuova governance della Rai- ha concluso Rampelli-  La Camera dei deputati è disposizione per agevolare questo connubio e far circolare il più possibile informazioni devono circolare il più possibile per rendere la Terza Età protagonista di propri diritti e del proprio futuro”.

Stampa

Def, Rampelli: Salvini inverta proporzioni, 10 mld di taglio tasse e 2 al sussidio per 7 mln di persone. Se accetta voto a favore

“1,7 miliardi per riduzioni fiscali e flat tax su 16 miliardi di manovra, secondo le anticipazioni date da Salvini, fanno il 10% del totale. Vale a dire che l’Italia arriverà al 2,4% di deficit, aumentando conseguentemente il debito, senza l’unica ragione che motiverebbe questo atto coraggioso: far ripartire l’economia. L’impulso dato alle imprese è ridicolo nei numeri e negli strumenti, della flat tax nemmeno l’ombra, il Sud resta il piombo della nazione, senza un piano straordinario di soccorso e sviluppo, aggravato dal mantra del reddito di cittadinanza, peggio del vitalizio. Ci costerà circa 10 miliardi. A questo punto facciamo una proposta a Salvini: inverta le proporzioni, 10 miliardi di taglio di tasse e 2 al sussidio per 7 milioni di persone. Se accetta voto a favore”.

E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Stampa

Migranti Foggia, Rampelli: Espellere subito aggressori, Governo accolga Pdl FdI su tutela agenti

“Auspichiamo che quanto annunciato dal Viminale, circa l’espulsione dei migranti ospitati presso il Cara di Borgo Mezzanone in provincia di Foggia che hanno aggredito due agenti colpendoli con calci e pugni, abbia effetto immediato. Quanto denunciato dal Sap – sindacato autonomo di Polizia - è la cartina tornasole delle politiche fallimentari sull’immigrazione portate avanti dai governi di sinistra in questi anni. E’ l’ennesimo caso di aggressioni violente da parte di immigrati ai servitori dello Stato, i nostri agenti in divisa devono poter svolgere nel pieno delle loro funzioni il proprio lavoro con dignità e in una situazione di sicurezza. Esprimendo la nostra vicinanza al personale aggredito, auspichiamo che il Governo intervenga su questa materia accogliendo la proposta di legge presentata da Fratelli d’Italia in merito all’aumento delle pene a chi aggredisce un pubblico ufficiale”.

E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.