Stampa

Biloslavo, Rampelli: Sinistra pelosa fa censura ideologica fuori tempo. Grave atteggiamento ateneo

 “Esprimo piena vicinanza al giornalista de ‘Il Giornale’ Fausto Biloslavo, una tra le firme più prestigiose come reporter di guerra, che invitato all’Università di Trento a parlare della crisi in Libia gli è stato impedito di prendere la parola. Quanto accaduto è un pietoso ritorno agli anni ’70, quando i collettivi della sinistra antagonista ostacolavano dibattiti e confronti. Sinistra pelosa fa censura ideologica fuori tempo, ancor più grave poi che l’Ateneo abbia abbassato la testa, trovando un cavillo formale, e vietando l’accesso all’aula a Biloslavo. Ci auguriamo, come ha fatto sapere il rettore dell’Università di Trento, che si possa riorganizzare presto l’incontro con il giornalista”.

E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Stampa

Whirlpool, Rampelli: Vicinanza a dipendenti, Governo più a sinistra della storia abbandona lavoratori

“Il Governo più a sinistra della storia repubblicana non difende i lavoratori e sulla vicenda Whirlpool - che dal 1 novembre cesserà l’attività produttiva a Napoli - si volta dall’altra parte. Esprimo solidarietà ai dipendenti dell’azienda, presi in giro da promesse non mantenute e da un’incapacità congenita ad affrontare le crisi industriali. È l’eredità di Di Maio, disastri al Mise premiati con il ministero degli Esteri”.

E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

 

Stampa

Manovra, Rampelli: Governo assistenzialista e gabelliere

“Ci aspetta una legge di bilancio cupa, vecchia, senza spinta né fantasia, un’altra manovra in deficit e senza coperture. Gli interventi strombazzati dall’esecutivo ‘profondo rosso’ produrranno altro debito pubblico alla faccia degli annunci fatti su possibili misure espansive. Ma stavolta all’Europa franco tedesca sta bene, purché la rivoluzione dei popoli sia tenuta al guinzaglio. Al danno poi si aggiunge la beffa rappresentata da mini tasse che colpiranno di nuovo ceto medio e famiglie. Nessun ripensamento sul reddito di cittadinanza. Un’Italia a crescita zero viene di nuovo aggredita da due virus, quello assistenzialista e quello gabelliere. Zero in crescita e zero in pagella”.

E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Stampa

Strage di Bologna, Rampelli: Non siamo più vicini alla verità ma siamo più distanti dalla menzogna

“Con le clamorose scoperte sull’86^ vittima comincia il lento percorso di ricucitura dei fatti del 2 agosto 1980. Sono convinto della necessità di istituire una commissione d’inchiesta bicamerale che mantenga quella terzietà che il tribunale di Bologna non ha saputo garantire nel tentativo di cercare colpevoli a tutti i costi e perseguendo un teorema ideologico e non probatorio. Abbiamo sempre sostenuto che in dietro quel maledetto giorno, che ha stravolto la vita dell’Italia, ucciso e ferito persone innocenti, ci fosse una regia occulta manipolata probabilmente dai servizi deviati e al quadro geopolitico internazionale. Con questa nuova rivelazione non siamo più vicini alla verità, ma sicuramente siamo più distanti dalla menzogna. Vengano desecretati tutti i dossier su quella indegna strage. Sarebbe assurdo farlo per l’assicurazione dei parlamentari e non per conoscere la verità su una tragedia italiana”. 

È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.

Stampa

Riforme, Rampelli: Depositata in Corte Cassazione pdl iniziativa popolare per elezione diretta Capo dello Stato (video)

“Quattro proposte d’iniziativa popolare depositate in Cassazione stamattina per l’elezione diretta del Capo dello Stato, l’abrogazione dell’istituto dei senatori a vita, la clausola di supremazia degli interessi nazionali sulle decisioni europee, l’introduzione di un tetto alle tasse in Costituzione.

Se il sistema oppone resistenza e si chiude a riccio per conservare se stesso, il popolo italiano utilizzerà lo strumento costituzionale delle proposte di legge d’iniziativa popolare per effettuare quella rivoluzione dolce arenatasi sugli scogli della seconda Repubblica”.

E’ quanto ha dichiarato Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi al termine del deposito in Corte di Cassazione, insieme ad una delegazione di Fratelli d’Italia, della proposta di legge di iniziativa popolare per chiedere, tra le altre proposte, l’elezione diretta del Presidente della Repubblica. 

https://www.youtube.com/watch?v=nu1_GigHVKg